Vita da grafica


Ho un sacco di cose da raccontarvi, ma riuscire a trovare i miei tempi per farlo con calma e soprattutto testa è davvero difficile in questo luglio. Rincorro me stessa più del solito!

Questa volta volevo parlarvi un po’ di me come grafica editoriale e meno come crafter. Non parlo spesso del mio lavoro in questo blog, ma perché ho sempre pensato fosse meglio tenere le due mie due “identità” separate. Poi ho capito che non era possibile perché l’evoluzione e il cambiamento di immagine che ha subito Petit Pois Rose è stato grazie anche a questo.
Un po’ il mio nuovo inizio come freelance, un po’ il ritorno all’illustrazione alla fine sono io in tutto e per tutto, con il mio gusto, il mio stile le mie idee e la mia esperienza.
Il golfo di Napoli

 Tempo fa ho messo un post sul mio instagram dove parlavo di una nuova avventura lavorativa. Sono stata chiamata dalla scuola italiana di Comix di Napoli come commissario esterno per gli esami di fine anno per il corso di illustrazione.
Io lavoro da quasi 13 anni nell’editoria per ragazzi. Ho collaborato per molto tempo con Il Battello a Vapore e ora da poco ho iniziato con Giunti Junior. La mia attività principale è quella di dirigere le nuove collane, restyling di vecchie collane (o titoli) e scouting di illustratori per i nuovi titoli.

Questo mi ha portato a Napoli. Mi hanno contattato e chiesto se mi interessava questa nuova occasione. Non ci ho pensato molto, ho detto subito si.
Un po’ perché non avevo mai visto la città e poi le nuove sfide mi piacciono sempre!

Scorci di Napoli

In realtà faccio portfolio review alla fiera del libro per ragazzi di Bologna da tempo, perciò non ero proprio nuova sul tipo di approccio, però vedere e conoscere questi ragazzi. Capire il loro percorso, il loro impegno e la loro crescita è stato davvero bello e emozionante.

Mi sono trovata una classe terza davvero preparata (merito di una coppia di insegnanti splendida) con dei ragazzi che avevano già una loro strada, una loro identità e un bel percorso alle spalle.
Spero davvero che non mollino e di poterli vedere pubblicati tra uno o due anni. Mi farebbe molto piacere.
Murales della scuola dedicato a Star Wars

Purtroppo, sono rimasta solo 3 giorni (due quasi di viaggio) e non ho potuto girare molto. Mi hanno fatto vedere il più possibile della città, prima con una tour in auto (per fortuna giocava l’Italia agli Europei di calcio e non c’era in giro nessuno) e poi con un giro veloce vicino alla scuola.

Sono stata davvero benissimo e spero di poterla ripetere. Portare  il mio bagaglio di conoscenze nel campo dell’editoria e la mia esperienza nel settore dell’illustrazione è sempre un piacere e m fa capire quanto serva a loro per avere un’idea più chiara su un lavoro che viene quasi considerato un hobby nel nostro paese. Invece fare l’illustratore è un lavoro vero e proprio, e farla diventare una professione è davvero difficile.

 Poi ho conosciuto Alessandra  e Andrea insegnanti e illustratori, bravissimi in tutte e due gli ambiti, e persone splendide. Spero di poterle riabbracciare presto!
Questo è tutto. O almeno per ora. Mi faceva piacere farvi conoscere qualcosa in più sulla mia “Vita da Grafica” e sul mio lavoro.
A presto!
| Filed under Vita da grafica | Tags: , , ,

3 thoughts on “Vita da grafica

  1. Interessante scoprire un pò di "backstage" della tua vita da grafica <3
    Il murale di Star wars…. *-*

    Ti ho nominato nel mio ultimo post tag,se hai voglia di rispondere fai un salto a vedere di che si tratta!
    Sempre solo se ti va,ovviamente 🙂

  2. Wow!! Clara é bellissimo invece conoscere un po' più di te, e poi secondo me arte e artigianato sono sempre andati a braccetto. Complimenti per questa bella esperienza, fai bene ad esserne fiera!
    Jdeebella

  3. Ciao👋 siamo due colleghe! Io sono diplomata in grafica pubblicitaria e graphic design e saltuariamente faccio qualche lavoretto grafico!😊 Davvero bella questa esperienza che hai fatto con i ragazzi, complimenti!❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.